Lavorazioni
Partners
Clienti
Thumb Video Il Gioco Del Silenzio

REGIA

Alessandra Gonnella

SCENEGGIATURA

Alessandra Gonnella

PRODUZIONE

“Il gioco del silenzio”

il cortometraggio ispirato alla duplice tragedia del 1945, ultimo sanguinoso lascito di una guerra che era ormai conclusa.

Scene VFX

ORIGINALI VFX
Locandina Il Gioco Del Silenzio 01

La vicenda 

Nell’ottobre 1944, per fermare l’avanzata delle forze anglo-americane, i Tedeschi avevano costruito una serie di sbarramenti tra Cavarzere e i Colli Euganei, ammassando nel Monselicense una grande quantità di munizioni. Le sorti del conflitto, però, andarono diversamente e il materiale bellico non fu utilizzato. Dopo la ritirata dei nazisti, a San Cosma le granate e i proiettili abbandonati vennero spostati all’interno della scuola elementare. I ragazzi del paese, tuttavia, riuscivano a entrare attraverso una finestrella sul retro e a portare via gli ordigni. Il loro pericoloso passatempo consisteva nel togliere la spoletta e far brillare le bombe, come fossero rudimentali fuochi d’artificio. Il primo dramma si compì il 5 maggio 1945 quando, a mezzogiorno, si udì un forte boato provenire da dietro la scuola. Lo scoppio improvviso di alcune munizioni provocò la morte di Sergio Sturaro e Franco Greggio, entrambi di 10 anni. Altri due bambini rimasero feriti: Beppino Sturaro e Idelmino Biondi. L’incidente si ripeté pochi mesi più tardi, la mattina del 7 ottobre, al termine della messa del Fanciullo. L’esplosione di un proiettile spense Mario Girotto, 12 anni e Silvio Carturan, 17. Anche in questo caso ci furono due feriti: Lucia e Luciano Tresoldi.